Archivi categoria: giustizia

Povera Italia

Quando passeggiate per le vie affollate del centro cercando di non calpestare il visone della signora di mezza età, quando viaggiate in autostrada, cercando di evitare i SUV missile, quando volete uscire a cena con moglie, ragazza, amici, ma non trovate posto in nessun locale, ricordatevi che secondo le dichiarazioni dei redditi 2008:

  • più di un quarto di quelle persone denunciano un reddito pari a zero;
  • la metà non arrivano a 15.000 euro (lordi) l’anno
  • il 91% è sotto i 35.000 euro (lordi)

Ma vaffanculo!

Fonte: clicca qui

Annunci

L’ unto “primus super pares”, alias the Special One

Perchè non chiamarlo the Special One? o the Short One? Secondo Gaetano Pecorella, è giusto sospendere i processi al primo ministro e non ai ministri perchè egli è eletto direttamente dalla volontà popolare.

Proposta alla Corte Costituzionale: appena liquidiamo la faccenda del “non lodo Alfano”, revochiamo anche la laurea in Giurisprudenza al signor Pecorella, che la Costituzione non la sa leggere? Perchè, mio caro Pecos, l’Italia è una Repubblica Parlamentare e il Primo Ministro è eletto dal Parlamento.

Di seguito le prezione parole del signor Pecorella (tratte dal SecoloXIX):

«Con le modifiche apportate alla legge elettorale, il presidente del Consiglio non può più essere considerato uguale agli altri parlamentari, ossia non è più “primus inter pares”, ma dev’essere considerato “primus super pares”»: così l’avvocato Gaetano Pecorella ha difeso, davanti alla Consulta, la costituzionalità del lodo Alfano, escludendo che la legge introduca elementi di disparità del trattamento e dei cittadini innanzi alla legge.

Pecorella ha aggiunto che bisogna prendere atto del fatto che «con la legislazione di oggi sulle elezioni delle cariche politiche, la posizione del presidente del Consiglio si è venuta staccando da quella che era stata disegnata dalle tradizioni liberali».

Pecorella ha spiegato che al premier oggi, a differenza del passato «sono espressamente riconosciute funzioni nei rapporti con il Parlamento europeo, sono la Commissione Ue e nei rapporti tra Stato-Regioni: il premier non è più “primus inter pares” come lo era nel 2004. Oggi – ha aggiunto Pecorella – le coalizioni depositano il programma elettorale indicando il nome del loro leader. Rimangono certamente salde le prerogative del presidente della Repubblica, ma il presidente del Consiglio è l’unico che riceve la sua legittimazione dalla volontà popolare»

Berlusconi ha tanta FIGA ma porta SFIGA

Gli italiani sono un popolo di marinai, santi, navigatori, ecc, ecc…..molto poco inclini a preoccuparsi della cosa pubblica tanto da non preoccuparsi del malgoverno generalizzato. Non temono le leggi, le autorità, ma non parlategli di sfortuna, iella, malocchio, di questo hanno massimo timore. Ma allora perchè il 70% (fonti governative) danno fiducia a silvio b. ?

Riflettiamo, quando è al governo:

  • la nazionale di calcio non vince nulla e rimedia solo brutte figure;
  • è scoppiata la peggior crisi economica dal 1929
  • scoppia un treno in mezzo a Viareggio e fa 30 morti (peggior disastro ferroviario da anni)
  • terremoto in abruzzo più di 200 morti
  • alluvione in sicilia altre decine di morti
  • sta arrivando una PANDEMIA (l’ultima me l’ha raccontata mio nonno, era l’inizio dello scorso secolo)
  • un nero diventa presidente degli USA e fa morire di crepacuore Michael Jackson…

Non sono cose che possiamo imputargli in prima persona, però uno che se la tira in questo modo è meglio perderlo che trovarlo.

Aggiungi anche tu qui le altre sfighe che ci ha portato, raccogliamo tutto e lo mandiamo ai quei geniacci del PD per la prossima campagna elettorale. Linfa nuova anche per loro!