Archivio dell'autore: kermig

Nuovo leader per la sinistra

Se nonostante tutto si decidesse di non dare fiducia a Bersani e cambiare ancora, io ho il mio candidato perfetto per il PD. E con questo non ci sono storie, si vince a mani basse e se non si vince ci si diverte comunque un casino!!

Ps. il leader è quello a SINISTRA.

Povera Italia

Quando passeggiate per le vie affollate del centro cercando di non calpestare il visone della signora di mezza età, quando viaggiate in autostrada, cercando di evitare i SUV missile, quando volete uscire a cena con moglie, ragazza, amici, ma non trovate posto in nessun locale, ricordatevi che secondo le dichiarazioni dei redditi 2008:

  • più di un quarto di quelle persone denunciano un reddito pari a zero;
  • la metà non arrivano a 15.000 euro (lordi) l’anno
  • il 91% è sotto i 35.000 euro (lordi)

Ma vaffanculo!

Fonte: clicca qui

La domanda dell’aritmetico

In Italia i giornalisti sono comunisti, i giudici sono comunisti, i manifestanti sono comunisti, tutte quelli che stanno in TV (tranne uno) sono comunisti, gli statali sono fannulloni (e quindi comunisti), i gay sono comunisti, le donne (più intelligenti che brutte) sono comuniste, i lettori di repubblica e corriere (più di un milione) sono comunisti, la natura è ovviamente comunista che da un’ anno a questa parte scrolla, allaga, esplode (manca solo il Vesuvio), la casalinga di Voghera riduce i consumi per pessimismo e quindi…vabbè si è capito

PERCHE’ LA SOMMA DEI PARTITI COMUNISTI ARRIVA A STENTO AL 3% e I DESTROIDI al 52% ?

Chiunque abbia una teoria in proposito si faccia vanati….

Italia.it

“L’Italia è il Paese del cielo, del sole, del mare. Un Paese magico, capace di incantare e di conquistare il cuore non solo di chi ci vive, ma anche di chi lo visita, di chi lo scopre per la prima volta. Un Paese che regala emozioni profonde attraverso i suoi paesaggi, le sue città, i suoi tesori d’arte, i suoi sapori, la sua musica. Un viaggio in Italia, per noi italiani e per chiunque arrivi da ogni parte del mondo, è un viaggio nell’arte e nel bello. L’Italia è magica. Scopritela. Nascerà un grande amore.”

Pizza e mandolino, se chiedeva al suo stalliere aggiungeva anche mafia. Ma incominciamo a visitare il portale Italia, che ci spiega come visitare l’Italia in bicicletta:

L’Italia in bicicletta

L’Italia è un territorio tutto da scoprire per i ciclo-amatori e per chi ha scelto la bicicletta come mezzo principale per viaggiare. È possibile anche sfruttare altri mezzi di trasporto senza mai abbandonare la propria bicicletta. Le due ruote, infatti, si possono portare su tutti i treni contrassegnati da un logo che riproduce la sagoma di una bicicletta (per informazioni: www.trenitalia.com/cms/v/index.jsp?vgnextoid=ea7ca4eb5afba110VgnVCM1000003f16f90aRCRD). Il modo più economico per viaggiare con il proprio mezzo è acquistare, anche dalle macchinette automatiche, un biglietto separato per la bicicletta, valido 24 ore dal momento dell’emissione. Se, invece, si sceglie di fare un giro su una qualsiasi delle grandi e piccole isole italiane, viaggiare è ancora più facile: tutti i traghetti e le navi offrono il trasporto gratuito delle biciclette.

Avrei aggiunto che se scendi dal treno con il logo della bici sei morto, non esiste una ciclabile e a nessun incrocio un’ auto (ma neanche un pedone) ti dà la precedenza. Bisogna dirlo, se uno svedese, norvegese, olandese, danese, belga, viene qui non fa in tempo a vedere il cielo, mare, sole che già lo tirano sotto. Meglio muoversi in treno, perchè come dice il sito:

Il fascino del viaggio in treno non tramonta mai, se l’obiettivo è l’Italia. I servizi esistenti per gli spostamenti sia diurni sia notturni tra l’Italia e il resto dei Paesi Europei si contraddistinguono per l’ alta qualità, per i ridotti tempi di percorrenza e per gli eccellenti comfort di viaggio. È consigliabile (e a volte obbligatorio) prenotare i posti a sedere.

Ehhhhhh!!!! RIDOTTI TEMPI DI VIAGGIO. 4 ore per fare 200Km (un esempio a caso, savona-ivrea) fanno 50Km all’ora.

Per chi ne vuol sapere di più: italia.it

A sinistra si stà stretti

Già avevamo dovuto fare posto al compagno Gianfranco (Fini), adesso anche il buon Giulio 3 Monti si stà candidando prepotentemente alla guida della Sinistra. Lui (l’unto nano per capirsi) non lo sa, ma ormai è circondato da comunisti, anche fuori dalla Corte Costituzionale.

“Tremonti: «La mobilità non è un valore, il posto fisso è la base per progetti di vita»”

Il posto fisso è la base sulla quale costruire un progetto di vita e la famiglia, in quanto la mobilità lavortiva non è un valore di per sé………..«Non credo che la mobilità di per sé sia un valore, penso che in strutture sociali come la nostra il posto fisso è la base su cui organizzare il tuo progetto di vita e la famiglia», ha affermato Tremonti.

………………

LA «COMPARTECIPAZIONE» – «Questo Paese ha meno bisogno della cogestione e più bisogno della compartecipazione da parte dei lavoratori nelle imprese», ha proseguito Tremonti.

L’ unto “primus super pares”, alias the Special One

Perchè non chiamarlo the Special One? o the Short One? Secondo Gaetano Pecorella, è giusto sospendere i processi al primo ministro e non ai ministri perchè egli è eletto direttamente dalla volontà popolare.

Proposta alla Corte Costituzionale: appena liquidiamo la faccenda del “non lodo Alfano”, revochiamo anche la laurea in Giurisprudenza al signor Pecorella, che la Costituzione non la sa leggere? Perchè, mio caro Pecos, l’Italia è una Repubblica Parlamentare e il Primo Ministro è eletto dal Parlamento.

Di seguito le prezione parole del signor Pecorella (tratte dal SecoloXIX):

«Con le modifiche apportate alla legge elettorale, il presidente del Consiglio non può più essere considerato uguale agli altri parlamentari, ossia non è più “primus inter pares”, ma dev’essere considerato “primus super pares”»: così l’avvocato Gaetano Pecorella ha difeso, davanti alla Consulta, la costituzionalità del lodo Alfano, escludendo che la legge introduca elementi di disparità del trattamento e dei cittadini innanzi alla legge.

Pecorella ha aggiunto che bisogna prendere atto del fatto che «con la legislazione di oggi sulle elezioni delle cariche politiche, la posizione del presidente del Consiglio si è venuta staccando da quella che era stata disegnata dalle tradizioni liberali».

Pecorella ha spiegato che al premier oggi, a differenza del passato «sono espressamente riconosciute funzioni nei rapporti con il Parlamento europeo, sono la Commissione Ue e nei rapporti tra Stato-Regioni: il premier non è più “primus inter pares” come lo era nel 2004. Oggi – ha aggiunto Pecorella – le coalizioni depositano il programma elettorale indicando il nome del loro leader. Rimangono certamente salde le prerogative del presidente della Repubblica, ma il presidente del Consiglio è l’unico che riceve la sua legittimazione dalla volontà popolare»

Berlusconi ha tanta FIGA ma porta SFIGA

Gli italiani sono un popolo di marinai, santi, navigatori, ecc, ecc…..molto poco inclini a preoccuparsi della cosa pubblica tanto da non preoccuparsi del malgoverno generalizzato. Non temono le leggi, le autorità, ma non parlategli di sfortuna, iella, malocchio, di questo hanno massimo timore. Ma allora perchè il 70% (fonti governative) danno fiducia a silvio b. ?

Riflettiamo, quando è al governo:

  • la nazionale di calcio non vince nulla e rimedia solo brutte figure;
  • è scoppiata la peggior crisi economica dal 1929
  • scoppia un treno in mezzo a Viareggio e fa 30 morti (peggior disastro ferroviario da anni)
  • terremoto in abruzzo più di 200 morti
  • alluvione in sicilia altre decine di morti
  • sta arrivando una PANDEMIA (l’ultima me l’ha raccontata mio nonno, era l’inizio dello scorso secolo)
  • un nero diventa presidente degli USA e fa morire di crepacuore Michael Jackson…

Non sono cose che possiamo imputargli in prima persona, però uno che se la tira in questo modo è meglio perderlo che trovarlo.

Aggiungi anche tu qui le altre sfighe che ci ha portato, raccogliamo tutto e lo mandiamo ai quei geniacci del PD per la prossima campagna elettorale. Linfa nuova anche per loro!