Lettera ai valorosi autori di CordataItaliana

Quando abbiamo ideato questo blog eravamo pronti a scommetere che l’unico soggetto in grado di chiamarsi cosí sarebbe sempre rimasto il nostro blog. Tuttavia in questi giorni un pò abbiamo vacillato, un’allegra compagnia di giro sembrava proprio averci sconfessato. Finché dalle chiacchere si passa alla pecunia….

Repubblica: Air France: “Vorremmo la maggioranza………..da fonti vicine alla compagnia franco-olandese trapela che l’intenzione reale è quella di controllare Alitalia tra cinque anni, quando scade il divieto di cessione

Le Tribune: “Intesa Sanpaolo avrebbe offerto una partecipazione tra il 10 e il 20% della nuova Alitalia con la possibilità di prendere la maggioranza tra 5 anni, nel 2013 quando gli investitori italiani presenti nella cordata potranno disimpegnarsi

Dunque se giri la scatola CAI (Compagnia Aerea Italiana) si trova già la data di scadenza e la mutazione in CAF (sigla che storicamente riporta ad un passato non troppo glorioso della Repubblica).

Complimenti per il salvataggio….

Annunci

2 risposte a “Lettera ai valorosi autori di CordataItaliana

  1. Diciamo che va bene così, che i debiti forse per l’ultima volta li paga lo stato (mente gli utili li faranno gli imprenditori patrioti), che gli esuberi se li accolla qualche ente pubblico, che la flotta (e quindi la compagnia di bandiera) viene drasticamente ridotta (non avrà nemmeno un hub), che Linate non sarà più servita etc. etc. etc.

    Diciamo che tutto questo va bene.
    Ma qualcuno è capace di spiegarmi:

    1. Perché il piano Berlusconi sarebbe migliore di quello di Prodi?
    2. Come fanno ad applaudire entusiasticamente alla Cordata Italiana opinionisti ed economisti quotati come Galli della Loggia e Ostellino e tanti tanti altri a rimanere in silenzio dopo che per anni hanno bacchettato chiunque non s’inchinasse al liberismo, all’economia di mercato, alle regole della sana concorrenza?

  2. Per una volta mi tocca prendere parte con Trenitalia. Si’, proprio cosi’, col gruppo delle Ferrovie dello Stato che tanto mi fa tribolare.

    Fermatevi un attimo a fare una botta di conti. Quando partira’ l’Alta Velocita’, viaggiare da Milano a Roma sara’ forse piu’ conveniente in treno piuttosto che in aereo. Si spenderanno circa le stesse cifre e il viaggio (comprendendo check-in e ritiro bagagli) durera’ lo stesso tempo. Il vantaggio del TAV? Si partira’ da Milano Centrale e si arrivera’ a Roma Termini, mentre in aereo il tragitto sara’ Malpensa-Fiumicino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...